Puglia lunedì zona gialla, poi arancione nel weekend. Lopalco: “Meglio chiusure”
sabato 9 gennaio 2021

PUGLIA - Gli indicatori pugliesi sono da zona gialla, come affermato nella recente intervista che ci ha rilasciato il direttore del Dipartimento salute della Regione Puglia, Vito Montanaro. Però in questo fine settimana la nostra regione torna in zona arancione. Da lunedì, 11 gennaio 2021, saremo nuovamente in zona gialla (con bar e ristoranti aperti fino alle 18), per poi tornare arancioni il prossimo fine settimana. In altre parole, il governo ha deciso nei weekend di limitare gli spostamenti per evitare l'impennata della curva epidemiologica, che comunque a livello nazionale si sta rialzando. Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Calabria e Sicilia, invece, saranno sempre arancioni. In zona arancione ci si può muovere nel proprio comune, ma bar e ristoranti restano aperti solo per l'asporto e non si può andare nelle seconde case. Resta in piedi il coprifuoco dalle 22 alle 5 di mattina.

Tanti commercianti chiedono meno chiusure e più vaccini, ma la distribuzione non può accelerare più di tanto. Il professore Pierluigi Lopalco, attuale assessore alla sanità della Regione Puglia, e chiede maggiori limiti agli spostamenti e sulla scuola già provveduto a rimandare la presenza al 50% al 15 gennaio del 2021. "Se io fossi il virus, guarderei il mio ospite umano esterrefatto - spiega l'epidemiologo- Magari anche un pizzico di rispettosa ammirazione per aver esercitato un tale sforzo artistico. Ma certamente esterrefatto. Se è vero che il colore di una regione debba variare al variare del rischio, difficile ipotizzare che il rischio di contagio o di tenuta del sistema sanitario possa essere talmente altalenante. In molte regioni italiane il colore arancione ha funzionato in autunno. Coprifuoco, chiusura al pubblico di bar e ristoranti e limitazioni allo spostamento fra comuni ha sortito il positivo effetto di limitare i contatti sociali non essenziali. Siamo in piena seconda ondata. Il virus circola in tutto il Paese più o meno con la stessa intensità. Non sarebbe stato meglio fissare un bel colore arancione omogeneo in tutto il Paese senza tanti arzigogoli, almeno fino ad ottenere una stabilizzazione della fase discendente della curva epidemica in tutte le regioni? Ai miei concittadini pugliesi faccio un appello: comportatevi come avete fatto quando eravamo in fascia arancione. Evitiamo di ridare forza al virus".