Tutta la verità sui vaccini: il professor Ugazio contro le fake news
sabato 17 ottobre 2020

Periodicamente ritornano le leggende sui vaccini visti come un rischio o come causa di disturbi che non hanno alcuna connessione con queste molecole. Oggi sappiamo che i vaccini utilizzati in Italia sono sicuri al cento per cento e che, come ripetono gli esperti dell’ospedale pediatrico della Santa Sede, aiutano anche il sistema immunitario a reagire contro il covid. Il professor Alberto G. Ugazio, uno dei massimi esperti del Bambino Gesù ha risposto a tutte le domande dei genitori sulla questione vaccini sfatando fake news e falsi miti.

L’ultimo studio (in ordine cronologico) che smonta la falsità che riguarda la correlazione fra vaccini e autismo è stato pubblicato su Annals of Internal Medicine dell’American College of Physician. Si tratta di una ricerca stato che ha interessato 657.461 bambini nati in Danimarca tra il 1999 e il 2010 (tra cui 6.517 hanno sviluppato malattie dello spettro autistico). Lo studio ha dimostrato che non esiste nessuna differenza del rischio di contrarre l’autismo tra bambini vaccinati e bambini non vaccinati: non c’è stata alcuna associazione tra l’età del bambino al momento del vaccino e alcun nesso tra il tempo trascorso dalla vaccinazione e lo sviluppo dell’autismo. Tra l’altro non sono state osservate differenze nemmeno sui bambini più a rischio, quelli con un fratello con autismo o che avevano ricevuto altri vaccini pediatrici. Eppure, molti genitori entrano in uno stato d’ansia quando si tratta di vaccinare i propri figli. Una delle domande più ricorrenti è se tanti vaccini insieme fanno male, oppure se la vaccinazione in gravidanza è sicura. Ci si chiede anche se gli ingredienti contenuti nei vaccini siano pericolosi. Il professor Alberto G. Ugazio e gli esperti del Bambino Gesù rispondo ai dubbi e alle domande dei genitori in tema di vaccinazioni sull’approfondimento periodico “A scuola di Salute”. “È normale per tutti affidarsi alla prescrizione di un farmaco da parte del medico quando si sta male – spiega il professor Alberto Ugazio - Per i vaccini però il discorso si fa diverso visto che si tratta di farmaci che si assumono quando si sta bene per prevenire o attenuare gli effetti di una malattia che si potrebbe contrarre. Vengono inoltre prescritti ai bambini fin da piccoli. Il disagio di alcuni genitori è quindi comprensibile, soprattutto se si aggiunge che l’iniezione a volte fa un po’ male e i bambini piangono. Malgrado le spiegazioni del pediatra, un piccolo dubbio in qualche genitore resta. Per questo motivo è particolarmente importante spiegare in maniera facile e comprensibile i diversi tipi di vaccino, le sostanze che contengono, i processi di produzione e sperimentazione, i relativi controlli e i possibili effetti collaterali (in genere banali e molto raramente più gravi)”.

LA SICUREZZA DEI VACCINI

I professori del Bambin Gesù spiegano, dati e studi alla mano, come i vaccini siano sicuri, anche di più di molti farmaci comuni, come (quasi) tutti possano essere vaccinati, anche bambini e adulti con malattie complesse e gravi. Stando alla letteratura scientifica infatti non solo il sistema immunitario dei bambini è in grado di reagire a un numero di molecole di gran lunga superiore a quelle contenute nei vaccini a cui sono sottoposti, ma ne esce anche incredibilmente rafforzato. Avere l’influenza o la pertosse nei primi mesi di vita può essere molto pericoloso, e il modo migliore per proteggere il bambino è vaccinarsi durante la gravidanza, una pratica decisamente sicura. Gli ingredienti usati nei vaccini sono tutti sicuri e quelli che in grandi quantità potrebbero rivelarsi dannosi sono presenti in quantità infinitesimali anche solo rispetto a quanto già lo sono nell’organismo umano (è il caso della formaldeide). “I vaccini sono davvero una grande risorsa della scienza, un regalo di protezione e salute – conclude il professor Ugazio - Nel 900 la mortalità infantile e la disabilità erano decine di volte più alte rispetto a oggi. Molti bambini soccombevano proprio per le malattie che oggi possiamo prevenire con i vaccini: morbillo, meningite, poliomielite, polmonite, difterite”.