È ballottaggio a Latiano e Ceglie Messapica. Nuovi sindaci nei tre Comuni
martedì 22 settembre 2020

Pasquale Nicolì è il nuovo sindaco di Erchie: la sua coalizione “Uniti per la svolta” totalizza 2150 voti (37,99). Dietro c’è Chiara Saracino con “Avanti Insieme” (1610 voti totali), poi Domenico Mancini “Una speranza per Erchie” (1485 voti) e, infine, il pentastellato Mario Mancini, che non raggiunge le 500 preferenze.

A Torchiarolo si afferma Elio Ciccarese con la civica “Svolta insieme a noi”: ha totalizzato 1402 voti contro l’ex sindaco Flavio Caretto (1205 voti). Dietro di loro l’altro ex primo cittadino Nicola Serinelli con 703 voti.

A San Vito dei Normanni il centro destra torna al governo, dopo 5 anni di centrosinistra.
Silvana D’Errico (5830 voti, 51,82%) batte al primo turno il candidato di centrosinistra Roberto Covolo (3387 voti, 30,10%) ex assessore di Rossi: dietro restano Marco Ruggiero del Movimento 5Stelle e Giuseppe De Carlo della Lega.

I BALLOTTAGGI

Latiano e Ceglie Messapica
vanno al ballottaggio: succede nei comuni superiori ai 15 mila abitanti, quando uno dei candidati non supera il 50% più uno. Si torna a votare tra due settimane. A Latiano si è verificato anche 5 anni fa: Cosimo Maiorano, sostenuto dal centrosinistra, candidato del Pd ha totalizzato 37,76% e sfiderà Claudio Ruggiero, sostenuto da liste civiche, che ha totalizzato il 33,91%. A Ceglie Messapica si sfidano il candidato del centrodestra Angelo Palmisano (44,65%) e Giuseppina Resta (liste civiche, con 16,87%). Nulla di fatto per la Lega: Francesco Locorotondo resta al 15,95%.