Il cordoglio per scomparsa del generale Giuseppe Genghi, oggi i funerali
lunedì 8 giugno 2020

È venuto a mancare il generale Giuseppe Genghi, per tanti anni alla guida del Touring Club Brindisi e Puglia e per tre volte storica guida di Assoarma (la terza elezione ad aprile del 2019). I funerali si terranno nel pomeriggio di oggi, 9 giugno 2020, alle 15,30 presso la chiesa Santa Maria del Casale di Brindisi. "Peppino è stato un vero amico ed un compagno in tante battaglie in difesa dell'ambiente e del patrimonio storico artistico - spiegano da Legambiente - ricordiamo soltanto le battaglie a difesa di Fontana Tancredi e del Castello Alfonsino. Peppino era sempre il primo a lavorare, dando l'esempio ai più giovani quando c'era da esporre striscioni in manifestazioni o a fare interventi di pulizia come nel caso dell'ultimo Puliamo il mondo del settembre 2019. ai familiari e agli amici del Touring Club giungano le più sentite condoglianze da Legambiente Brindisi circolo Tonino Di Giulio.

   Si unisce al cordoglio anche Mauro D'Attis, coordinatore regionale di Fratelli d'Italia: "La notizia della scomparsa del generale di brigata in congedo Giuseppe Genghi mi addolora molto. Parliamo, infatti, di un uomo che ha voluto profondamente bene alla città di Brindisi in cui ha svolto, fino all’ultimo momento, una intensa attività in campo sociale e per la valorizzazione storica e culturale del territorio. È stato consigliere comunale della città di Brindisi. Ricordo anche le tante iniziative promosse alla presidenza dell’Associazione Arma Aeronautica e della sezione brindisina del Touring Club, oltre che nell’ambito delle associazioni ambientaliste cittadine. Insomma, un vero e proprio esempio di impegno civile anche per i tanti giovani con cui ha collaborato prima e dopo la sua prestigiosa carriera militare. Ai familiari giunga un sentito abbraccio".

Anche da Italia Nostra giunge il cordoglio: "La scomparsa del gen. Giuseppe Genghi è una grave perdita per le associazioni ambientaliste brindisine. Italia Nostra lo ricorda come un esempio, per i suoi modi garbati ma fermi, sempre pronto a sostenere e a impegnarsi in prima persona per la difesa e la promozione del patrimonio storico-artistico e ambientale del territorio, come è stato per la Fontana Tancredi e il Castello Alfonsino. Presidente e soci di Italia Nostra esprimono la loro vicinanza alla famiglia e agli amici più stretti".