Le minacce al Foggia da cui si tiene distante il presidente del Brindisi
lunedì 7 ottobre 2019

BRINDISI - Le urla, le minacce e la tensione del post partita tra Foggia e Taranto rischiavano di inquinare anche il prossimo impegno di campionato del Brindisi. Il patron del Taranto è stato allontanato con l'accusa di aver monacciato il mister del Foggia. Secondo i dirigenti del Foggia il presidente tarantino avrebbe consigliato i foggiani di non presentarsi a Brindisi (dove si terrà la partita col Foggia). La SSD Brindisi Football Club, nella persona del presidente Ing. Umberto Vangone, prende le distanze dalle affermazioni del presidente del Taranto FC 1927, Massimo Giove, rilasciate nella zona limitrofa alla Sala Stampa dello stadio “Pino Zaccheria” di Foggia, al termine della gara di campionato Foggia-Taranto - disputatasi nella giornata di ieri e valevole per la 6^ giornata del Campionato Nazionale Serie D girone H -, nelle quali, rivolgendosi a tesserati del Foggia, auspicava un clima ostile in occasione della prossima gara di campionato Brindisi-Foggia.

La Società, dissociandosi da tali dichiarazioni che possano destabilizzare un ambiente sereno, rimembra il ruolo dello sport come veicolo di valori quali rispetto, educazione, aggregazione e condivisione sociale. Pertanto, la SSD Brindisi Football Club, in vista dell’incontro di calcio Brindisi-Foggia, in programma domenica 13 ottobre allo stadio “Franco Fanuzzi” di Brindisi,
dove indubbiamente le due compagini si daranno battaglia in campo fino all’ultimo minuto, garantisce la massima ospitalità e collaborazione a tutta la dirigenza del Calcio Foggia 1920.