Prima la lite, poi le botte: 30enne nei guai per lesioni personali
lunedì 3 dicembre 2018
L'aggressione a Pezze di Greco.  Denunciato aggressore e vittima.

I carabinieri della stazione di Pezze di Greco hanno denunciato in stato di libertà 2 persone, rispettivamente l’aggressore autore delle lesioni personali a carico della vittima nonché la parte offesa per favoreggiamento personale. L’episodio si è verificato qualche settimana addietro a Pezze di Greco quando un 30enne del luogo ha aggredito con calci e pugni un 47enne al culmine di una furibonda lite nei pressi di un locale pubblico. La vittima ha riportato una prognosi di 30 giorni per la frattura della clavicola e delle ossa nasali e dello zigomo. Fin da subito la vittima si è però mostrata reticente e non collaborativa, minimizzando l’evento nonostante i traumi subiti e rilasciando dichiarazioni palesemente false per depistare le indagini, fino al punto di negare l'accaduto. Per giustificare le ferite ha poi cercato di far credere che fossero la conseguenza di una caduta su un marciapiede sconnesso, addirittura sostenendo di valutare l'ipotesi di ricorrere ad un legale per intraprendere un’azione risarcitoria nei riguardi del Comune. Le dichiarazioni di un testimone e le riprese di una telecamera di sorveglianza hanno però dimostrato la verità dei fatti, al punto di far scaturire la denuncia per entrambi. Alla base del dissidio sembra ci fossero ragioni economiche.