La rapina a giugno, oggi l'arresto: in manette i rapinatori dell'Eurobet
mercoledì 31 gennaio 2018
Polizia e carabinieri arrestano gli autori della rapina dello scorso 16 giugno nel centro scommesse Eurobet di via Cappuccini.

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Brindisi unitamente agli agenti della squadra mobile della Questura di Brindisi hanno tratto in arresto, per il reato di rapina, in esecuzione dell'ordinanza di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Brindisi, Dott.ssa Tea Verderosa:

Denis Andriyovych Kalyta, 19enne di origine ucraina, residente a Brindisi;

Giovanni Quaranta, 21enne di Brindisi.

Le indagini, frutto della collaborazione tra Polizia e Carabinieri, hanno evidenziato i gravi indizi di colpevolezza a carico degli arrestati in ordine alla rapina perpetrata nel centro scommesse Eurobet di Brindisi nel giugno 2017, fruttata un bottino di 400 euro. In particolare, è stato il Quaranta a organizzare la rapina reclutando i complici (tra cui un minore) a cui ha fornito l'arma, un grosso coltello da cucina utilizzato per minacciare le due impiegate presenti nel centro scommesse, nonché gli indumenti necessari a rendersi irriconoscibili, cappellini e magliette forate da servire come passamontagna. A rapina conclusa, ha assicurato la fuga ai correi prelevandoli con la sua autovettura a bordo della quale si allontanavano per dividere il bottino. Gli arrestati, al termine delle formalità di rito, sono stati associati nella casa circondariale di Brindisi.


Foto di repertorio