Raccolta carta e cartone, Puglia tra le virtuose al Sud: da Comieco 8 milioni ai comuni
lunedì 4 settembre 2017
 Il XXII rapporto annuale di Comieco fotografa la Regione sul piano della capacità di riciclo dei prodotti a base di cellulosa: tra le migliori al Sud, Bari la più virtuosa.

Continua a crescere la raccolta differenziata di carta e cartone in Puglia, anche se ancora è tanta la strad da fare. Sono difatti oltre 152mila le tonnellate raccolte dalla regione nel 2016 secondo lo scenario elaborato da Comieco (Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base  Cellulosica) e presentato a Bari nel XXII Rapporto Annuale. Il pro-capite si colloca sul podio tra le regioni del sud dopo Abruzzo e Sardegna, pur rimanendo ancora lontano da quello nazionale pari a 53,1 kg/abitante. I pugliesi sono chiamati ad un maggior impegno per ridurre questa differenza. La nostra regione si attesta comunque tra le più virtuose del Sud Italia, con una raccolta pro capite di 37,3 kg/abitante e un crescente trend che si attesta complessivamente su un +7% rispetto al 2015.

Tra le province, Bari è la più virtuosa con 51,3 kg/ab di carta e cartone raccolti e oltre le 64.000 tonnellate raccolte nel 2016 (+7,5%), in crescita comunque tutto il trend per le pugliesi. Sul podio, in proporzione, Foggia, con un +29%. Nel dettaglio: Foggia pro capite di 28,7 kg (+29,5%), eTaranto 21,3 kg per abitante (+ 14,9%). Lecce e Brindisi segnano rispettivamente una media di 35,0 kg e 34,4 kg raccolti da parte di ciascun abitante delle province superando la media pro capite dell’area sud Italia (32,5kg/ab). Barletta-AndriaTrani, infine, nonostante un pro capite di 37,9 kg/abitante, è l’unica provincia pugliese a registrare un decremento (-4%). Un impegno premiato da Comieco con oltre 8 milioni di euro di corrispettivi ai Comuni pugliesi in convenzione.

Sono oltre 152mila le tonnellate raccolte dalla regione nel 2016 secondo lo scenario elaborato da Comieco (Consorzio Nazionale per il Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) e presentato a Bari nel XXII Rapporto Annuale. Il pro-capite si colloca sul podio tra le regioni del sud dopo Abruzzo e Sardegna, pur rimanendo ancora lontano da quello nazionale pari a 53,1 kg/abitante. I pugliesi sono chiamati ad un maggior impegno per ridurre questa differenza.

“Comieco rappresenta un soggetto essenziale per la garanzia di riciclo e lo sviluppo dei servizi di raccolta soprattutto nel meridione dove i Comuni faticano a 'fare rete' ed ottimizzare investimenti e know-how e dove il potenziale è ancora molto alto: si calcolano non meno di 600mila tonnellate di carta e cartone tuttora da intercettare” afferma Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco “In particolare in Puglia, con 80 convenzioni attive Comieco nel 2016 ha gestito circa l’89% della quantità totale di carta e cartone raccolte nella regione. L’ impegno dei cittadini e delle amministrazioni nel separare e raccogliere correttamente carta e cartone si è tradotto nel 2016 in oltre 8 milioni di euro di corrispettivi, da parte del Consorzio, destinati ai Comuni pugliesi in convenzione. A questi si sono sommati gli oltre 240mila euro di finanziamenti speciali destinati, grazie al Bando Anci-Comieco, alle amministrazioni in deficit di raccolta per l’acquisto di attrezzature a sostegno della raccolta di carta e cartone”.

Nel 2016 l'Italia ha registrato un aumento del 3,3% per un totale di oltre 3,2 milioni di tonnellate, 102 mila tonnellate in più in un solo anno, e un pro capite di 53,1 kg per abitante. I positivi valori della Puglia si inseriscono perfettamente nell'andamento più generale della raccolta di carta e cartone del Sud Italia che, con un +8,6%, si conferma motrice trainante della raccolta e contribuisce a più della metà della crescita a livello nazionale. Riprende la sua corsa, dopo lo stop dello scorso anno, anche il Nord che, con un pro capite annuo di 63,3 kg/ab, segna un +1,5%. Fa ancor di piu? il Centro con 65,6 kg per abitante e un +3%.