Giornate europee del patrimonio: “Alla scoperta di Palazzo Granafei-Nervegna”
giovedì 22 settembre 2016
Il 24 ed il 25 settembre prossimi Palazzo Granafei-Nervegna aderisce al programma europeo #GEP - Giornate Europee del Patrimonio, progetto che nasce dalla volontà di promuovere e valorizzare i beni, attraverso aperture straordinarie con un calendario di appuntamenti rivolti a scuole, famiglie, turisti e cittadini.

E’ questa una delle occasioni per approfondire la conoscenza delle  attività SAC – La Via Traiana, progetto che coinvolge il territorio da Fasano a Brindisi in cui la messa in rete integrata tra i comuni di Brindisi, Carovigno, Ceglie Messapica, Ostuni, Fasano, San Vito dei Normanni  offre un’ampia panoramica di attività didattiche finalizzate alla valorizzazione dei beni monumentali coinvolti nel progetto. 
L’offerta, completamente gratuita per l’occasione, è indirizzata a tutte le scuole e alle famiglie che vorranno conoscere il Palazzo, la sua storia e sopratutto le sue realtà nascoste attraverso divertenti attività didattiche. Il laboratorio infatti è un’occasione per conoscere usi e costumi dei romani che hanno popolato la città di Brindisi che conserva diverse testimonianze di antiche domus romane, proprio all’interno di Palazzo Granafei-Nervegna.  Durante il laboratorio sarà possibile ricostruire un modellino scomponibile di una domus  romana, ricomporre  un enorme mosaico a seguito di un gioco a squadre e conoscere il mito di “Teseo ed il Minotauro”. 
Le attività saranno così strutturate: sabato 24, alle ore 11,00 e il pomeriggio alle ore 18,00 si parte con il laboratorio “Una domus romana, tra vita quotidiana e arte”, riproposto anche domenica mattina alle ore 11,00. Come da programma ministeriale, il palazzo sarà aperto in via straordinaria sabato 24 settembre sino alle ore 23, per l’occasione saranno a disposizione per tutta l’utenza anche visite guidate gratuite offerte dal personale che opera all’interno del bookshop Granaferart. 
Per tutte le informazioni e per la prenotazione obbligatoria contattare il numero 3512687785 o visitare il sito www.beniculturali.it/GEP2016 per conoscere tutto il programma.