Consiglio comunale: la maggioranza abbandona l'aula. Oggi l'opposizione incontra il Prefetto
martedì 13 settembre 2016
“Una maggioranza inqualificabile”.

E’ così che il consigliere comunale e capogruppo di Brindisi Bene Comune Riccardo Rossi definisce, in un post su facebook, la ‘maggioranza Carluccio’ che, esattamente come aveva preventivato il forzista Mauro D’Attis, ha abbandonato l’aula al momento della discussione delle mozioni della opposizione. 
Tutto era partito da Luciano Loiacono, dei Democratici per Brindisi, che ad inizio seduta consiliare, aveva chiesto ed ottenuto l’inversione dell’ordine del giorno, anticipando la discussione sulla adesione al Gal. Pronta la risposta (negativa) di Rossi prima e, subito dopo, di D’Attis: “Conosco fin troppo bene Luciano Loiacono e non casco nei suoi giochetti. Oggi si fa portavoce della volontà della maggioranza perché non si arrivi a discutere le nostre mozioni”. La consecutio temporum dell'ordine del giorno, peraltro - è stato fatto notare - era stata decisa in conferenza dei capigruppo.
Ma tant'è. Messa a votazione ed approvata la richiesta di Loiacono, dopo la questione Gal la maggioranza ha lasciato l’aula. Scrive infatti Rossi: “Dopo aver imposto l'inversione dei punti di discussione al momento della discussione delle mozioni della minoranza abbandona l'aula per impedire il dibattito democratico. Una ritorsione nei confronti delle opposizioni non disponibili a fare da stampella ad una amministrazione ridotta ai minimi termini. La pagina più vergognosa della storia del consiglio di Brindisi”.
Nel frattempo, è giunta una nota di D’Attis che informa la stampa che oggi pomeriggio,  alle ore 18.00, “i consiglieri di opposizione del Comune di Brindisi saranno ricevuti dal Prefetto a seguito di loro espressa richiesta di incontro”. Oggetto dell’incontro? Neanche a dirlo: “Riguarda i fatti accaduti nel corso della seduta consiliare ordierna”.

Pamela Spinelli