Che succede nel centro destra? Una nota di Paolo Taurino lascia intravedere nuovi scenari all'orizzonte
domenica 11 settembre 2016
C’è sempre più confusione nel centro destra brindisino, dove ormai è chiara la presenza di gruppi separati e contrapposti.

Dopo la debacle delle ultime amministrative, in cui la coalizione ha sostenuto la candidatura a sindaco dell’avvocato Nicola Massari, uscito pesantemente sconfitto (che ha, poi, ha ceduto il posto in Consiglio all’esperto – seppur giovane - Mauro D’Attis, ndr), si è scatenata la caccia ai ‘responsabili’ della disfatta. Nel frattempo, è stato nominato il nuovo coordinatore provinciale di Forza Italia Antonio Andrisano a cui è stato dato il compito, attraverso un tour nei vari Comuni della provincia, di ritessere le fila del glorioso partito di Berlusconi.
Ma pare che altri scenari si stiano delineando nel frattempo. Lo dimostra uno ‘strano’ ed enigmatico comunicato stampa pubblicato su Facebook da Paolo Taurino, da sempre uomo di centro destra e grande estimatore del compianto sindaco Mimmo Mennitti ma che, alle ultime amministrative, ha sostentino la candidatura a sindaco di Nando Marino che rappresentava la coalizione di centro sinistra.
Una scelta che, ai più, è apparsa incoerente. Ma di fatto, nel comunicato in oggetto che pubblichiamo integralmente di seguito, Taurino spiega le motivazione di questa virata a sinistra. Contestualmente, paventa scenari nuovi, in cui scenderebbe in campo in prima persona, senza tuttavia dare ulteriori dettagli.

Questa la nota:

"La mia famiglia è da  generazioni nel centro destra, nella mia casa natale entravano persone di spessore e livello politico di gran lunga superiore all'attuale media, sono cresciuto  sentendo parlare di progetti, sviluppo e progresso del mio territorio e non di come dividere le torte , mi impegnavo  a strappare i manifesti del PCI sin da piccolo e la mia bicicletta era accessoriata di pennello secchio e colla.  
Il peso politico di alcuni pseudo politici brindisini mi ha costretto ad allontanarmi e a rinunciare ad un incarico in senato. Non sono un uomo  che si lascia comprare perché la mia dignità non è in vendita. In seguito alle vicissitudini che hanno travolto la città di Brindisi abbiamo cercato una convergenza e un'unione di intenti, si è deciso di far convogliare tutte le forze del centro destra sul candidato Nando Marino. Successivamente Marino non si è fatto mettere i piedi in testa da quattro dilettanti allo sbaraglio che hanno ucciso  e ridotto il cdx a percentuale simile al nostro prefisso telefonico 0831% ed io, che mantengo sempre la parola data perché una stretta di mano per me vale ancora qualcosa,  ho continuato a  sostenere Marino che successivamente ha chiuso con il PD... Non sono del pd e non lo sarò mai, ho sestenuto quello che per me è  e resta il migliore cittadino brindisino deputato ad essere il miglior Sindaco della mia città. 
La mia ideologia è sempre la stessa!!! Per me la Politica è sviluppo del territorio e alzare il livello economico e sociale sarà la mia missione.
I miei fari saranno sempre Mio Padre e il mio Maestro Mimmo Mennitti.
Mi avete chiesto di scendere in campo in prima persona, Fatto!!!
La mia decisione farà tanto scalpore ed il ruolo assegnatomi spero di svolgerlo in rappresentenza di tutti quei cittadini di centro destra confusi che come me non vedono di buon occhio la strada intrapresa dai COR e da FI.
A Presto per gli aggiornamenti.
Grazie a chi crede in me. 
Paolo".