Il Concertone si farà: sarà un grande maratona per le popolazioni terremotate
sabato 27 agosto 2016

Ha prevalso la linea della continuità. Problemi di ordine pubblico alla base della decisione.  

Non ci sarà lo stop del Concertone. La notizia è stata confermata dall’organizzazione della Notte della Taranta. Il possibile rinvio era stato paventato in una riunione con il Prefetto Claudio Palomba dopo la proclamazione della giornata di lutto nazionale indetta dal Governo. 

Nel corso delle ore è prevalsa la linea della continuità, con il cambio della natura dell’evento: “Il Concertone si farà -si legge sulla pagina Facebook della Notte della Taranta- e sarà la prima grande maratona di solidarietà in favore delle popolazioni colpite dal sisma! Tutti gli artisti devolveranno l'intero cachet della serata al progetto "La Puglia per la Ricostruzione". Sarà prodotto un CD della serata e i proventi saranno destinati (come tutti gli altri fondi raccolti) alla ricostruzione di una infrastruttura pubblica nelle zone colpite. In piazza troverete i salvadanai presidiati dalla protezione civile. Dimostriamo al mondo quello che sappiamo fare!”. 

La maestra concertatrice Carmen Consoli aveva espresso il forte convincimento sulla necessità della prosecuzione della manifestazione: "Se la Notte della Taranta deve fermarsi, allora devono farlo anche medici, ingegneri e muratori: il nostro non è un lavoro di serie ‘b’, non ci sto". Con lei anche le sue cinque ospiti Fiorella Mannoia, Nada, Tosca, Buika e Lisa Fischer. Tutte hanno sottolineato la necessità di mette in campo "quello che sappiamo fare per aiutare le persone colpite dal dramma del terremoto: cantare".

Fonte: LecceSette